Ancora una volta l’I.C. Anardi raccoglie la sfida  e si mostra  molto attento alle problematiche del nostro territorio.

Ancora un successo grazie all’impegno di alunni e insegnanti che si aggiudicano il concorso EcoMaker.

La produzione di rifiuti riguarda tutti i cittadini, che come consumatori di risorse,
quotidianamente contribuiscono all’ incremento di tale problema.
L’unica possibile via da percorrere se non vogliamo trasformare il mondo in una
gigantesca discarica , in un desolato deserto disseminato di immondizia è di puntare alla
riduzione dei rifiuti, mediante uno stile di vita sobrio da un lato e mediante la raccolta
differenziata e il riciclaggio dall’altro. La cultura del riciclaggio fatica però a farsi strada
nella nostra società abituata a sprechi di ogni tipo. Educare ad uno stile di vita sobrio,
attento, rispettoso dell’ambiente è un percorso tutto in salita.

L’obiettivo che il nostro Istituto  si prefigge, promuovendo educazione ambientale sui rifiuti, è quello di
intervenire fin dalla più tenera età per proporre comportamenti responsabili, in grado di
preservare il nostro ambiente fortemente minacciato.
Il problema dei rifiuti richiede un intervento educativo capace di tenere conto delle relazioni
esistenti tra conoscenze, comportamenti e valori presenti nella vita quotidiana.
La scuola può sicuramente contribuire alla costruzione di una cultura diversa nei confronti
di questo tema, non solo al suo interno con gli allievi, ma anche all’esterno con le
istituzioni e i cittadini.

Anardi Foreverer!!

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi